Una voce

guido-guidi.jpg

L’editore continuava a pensare alla telefonata. Era stato di pomeriggio. Non era successo niente di particolare quel pomeriggio e niente di particolare sarebbe successo la sera. Tranne la telefonata. Una donna che aveva pubblicato il suo unico libro tanti anni prima lo aveva contattato per chiedergli di sottoporgli un nuovo dattiloscritto e aveva detto: -Per favore mi legga. Anche solo una pagina alla sera, ma mi legga. Non mi lasci sola.

Il ricordo di quella voce lo perseguitò per giorni e giorni, e ancora gli procura un brivido se ci ripensa.

(fotografia: Guido Guidi)

3 pensieri riguardo “Una voce”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...