Il grande corpo del mondo: Alessia Bronico

Che sorpresa la poesia di Alessia! Innanzitutto, è poesia scritta in una lingua chiara e fruibile, e non in un idioletto del poeta che la rende oscura e poco comprensibile; e già questo è sorprendente in un contesto in cui la poesia è così colpevolmente consapevole che tende a farsi metapoesia di se stessa. Non sto dicendo che non apprezzi la poesia “difficile”, tutt’altro; ma la parola di Amore a posteriori (Ensemble, 2021) ha quella gioia speciale di quando qualcuno trova la sua semplicità.

Poi, è una poesia fisica. Anche le note finali sulla voce umana sono fisiche. Alessia tratta la voce nella sua concretezza clinica, fatta di muscoli, fibre, tessuti. Non è facile ridare al corpo la sua forza poetica senza spiritualizzarlo. Pasolini è stato il grande cantore della spiritualità dei corpi, ma aveva un retaggio cristiano. Quella di Alessia Bronico è un’operazione completamente pagana. Nelle sue mani la fisicità è semplicemente se stessa. Il mondo è la sua fisicità, è il complesso delle energie del grande corpo del mondo. E questo è meraviglioso, perché denota uno sguardo di una limpidezza quasi introvabile. Solo una persona profondamente retta e rigorosa può scrivere questa poesia.

Quella di Amore a posteriori poi è una poesia felice. Non perché sconosce il dolore, ma perché è la poesia di qualcuno che sa apprezzare il mondo con tutto il suo dolore. La poetessa loda la bellezza, e nel lodarla crea altra bellezza. Alcuni passi rimandano a un gesto creativo: “esisto come basilico di ghiaccio frantumato dalle tue mani a condire un pomodoro”; “essere / la tua scultura / la tua forma umana”. È tutto un sorprendersi di ciò che è; un ricreare, filtrandolo, il mondo. Ghirri diceva della spontaneità che “È l’indomani della creazione, prima che le cose si siano abituate le une alle altre”. È esattamente quello che accade in questa poesia.

E poi c’è l’amore, che tutto pervade. Nel canto della poetessa tutto è nuovo, il suo nominare le cose sembra il nominarle di Adamo, perché è un nominare innamorato. E questo incanto non può che essere realizzato da una sensibilità giovane. Non adolescente, non infantile, ma giovane. Solo un giovane può essere così aspro e così rigoglioso. Solo un giovane può rendere innamorato perfino un epitaffio: “alla morte / consegnerai il (mio) corpo cavo / di donna / che ha tutto amato”, con quelle parentesi che rendono graficamente il concetto di cavità, ma anche la forma della terra che ci riaccoglie e dell’utero da cui veniamo.

Questa fisicità non esclude l’affiorare di un senso metafisico, la ricerca di un varco e di un senso: “siamo ipotesi / da tenere in sospeso / tra la vita e il compimento”. Il paganesimo non esclude la dimensione del sacro: “io bianco che si smembra / nella parola sacra / sillabe che rimandano all’uomo”. Ma, anche qui, la divinità di Alessia, il suo varco, coincidono con l’amore: l’amore che è religione e metafisica: ”chiedo / -unicamente- all’amore / di trattenermi in vita”, supplica, con disperazione intrisa di felicità.

Preferisco la bontà dei duri a quella dei teneri, la tenerezza degli spigolosi, quella di Jacques Brel. La trovo più autentica di quella dei morbidi, degli accondiscendenti. In Alessia ho trovato proprio questo. E la sua silloge ha accresciuto la mia vitalità e l’ha rigenerata. Giustamente scrive Nadia Terranova nella Prefazione: “Alessia è giovane, è aspra e delicata, ogni sua sfumatura si percepisce dai suoi versi, ma è proprio questo che mi ha incuriosita subito e incuriosirà chi avrà modo di sfogliare solo le prime pagine per arrivare poi al fulcro, all’essenza della sua voce […] Questa poesia è la vita che si compie.”

(fotografia di Elisa Matricciani)

amore a posteriori

Un pensiero riguardo “Il grande corpo del mondo: Alessia Bronico”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...