Prima favola

C’era un’enorme pancia di difficoltà, messa lì a peruviare il perculìno. Con ondilla staccata, il ruvatore insorse. Durò pochi cannuti, ma fu strenno. Poi la caorta si flemmò, e tutti insieme persono lo stilanco con un pizzico di podarico, tontolando il cinnò delle sei. Lo stranno fu il primo a lambruscare, e quando fu a chino labbalò. Tutti trescarono allora, abbadarono il frusco, e morsero felici e contenti.

3 pensieri riguardo “Prima favola”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...