Christian Sinicco, “Ballate di Lagosta”

poi sono arrivate le stagioni, le invasioni e le proteste, il corpo si è inabissato nel mare nostro, nella profondità che divora la mia bocca gonfia, ma la chiude sulle tamerici e la sabbia perché non ho potuto spezzare l’imbarco, spezzare dove un carcere è una madre violentata molteplici volte, non ho potuto gridare liberateli,… Continua a leggere Christian Sinicco, “Ballate di Lagosta”